Protesta in Australia. La questione del cambiamento climatico è sicuramente tra le più discusse degli ultimi tempi. Nell’ultimo decennio, tante sono state le informazioni reperite e circolanti intorno ad un simile argomento. I cambiamenti climatici a cui è assoggettato il nostro pianeta non possono più essere sottovalutati. E’ necessario fare qualcosa. In Australia la situazione è stata presa con veemente interesse. Numerosi attivisti si sono recati per le strade dando vita ad una vera e propria protesta in Australia. La condizione è critica e non si può far finta di niente.

Adelaide-Protesta in Australia

Siamo nella capitale australiana di Adelaide. Qui i manifestanti si sono “incollanti” alle strade per manifestare con impegno contro il cambiamento climatico. Gli attivisti in questione hanno utilizzato un metodo non ortodosso per attirare a loro l’interesse: si sono letteralmente incollati alle strade di Flinders Street tra Gawler Place e Wyatt Street, utilizzando una colla super potente.

L’effetto è stato interessante. La protesta si è sviluppata durante l’ora di punta, il che ha fatto sì che il traffico si fermasse. Le forze dell’ordine sono state così costrette a chiudere un tratto di strada e deviare la circolazione su altre strade. Tanti cartelli si agitavano durante la protesta in Australia, su di essi presente lo slogan “incollato per i miei nipoti”

La protesta è sfociata, come capita la maggior parte delle volte, in manifestazioni di disordini e violenza. Lanci di razzi e manifestanti appesi alla facciata dell’edificio dove risiedono gli uffici della compagnia petrolifera Santos, sono stati alcuni dei risvolti finali della protesta in Australia.

La protesta

La protesta ha sicuramente destabilizzato l’ordine quotidiano della città di Adelaide. La polizia è stata alla fine costretta a “staccare” i manifestanti dalla strada utilizzando un super potente solvente. Gli attivisti sono stati portati via e accusati poi di vagabondaggio.

Sicuramente, la protesta è stata eccessiva, ma l’intento dei partecipanti era a lor dire nobile. La questione del cambiamento climatico non può e non deve passare in secondo piano. Così argomentano molti attivisti. Siamo difronte ad una situazione disastrosa e ne va del benessere e della salute delle future generazioni.

I manifestanti

Alcuni manifestanti hanno voluto rendere ancora maggiore impatto alla protesta. Per questo motivo due giovani di appena 18 e 17 anni hanno deciso di incollarsi alle strade del centro più trafficato di Adelaide. I giovani fanno parte del gruppo Extinction Rebellion South East Queensland, che su Facebook ha subito rivendicato la paternità dell’idea di combattere contro il cambiamento climatico incollandosi per strada.

“Dobbiamo tutti mobilitarci contro questa distruzione della nostra casa finanziata dagli stati”. Queste le parole del gruppo sul noto Social Network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *