Covid Napoli: è di nuovo record di contagi

Situazione Covid Napoli. La Asl Napoli 1 lo ha annunciato a causa dell’aumento dei contagi: entro cinque giorni, riconvertiranno un ospedale in Covid Hospital.

Per evitare una crisi, è necessario rimodulare i letti dedicati alle malattie contagiose secondo le modifiche apportate dalle autorità sanitarie locali.


La situazione dei contagi continua ad aggravarsi a causa dei nuovi casi registrati ogni giorno e dei modelli di previsione che stimano quante altre persone si ammaleranno o moriranno a causa della stagione epidemica di quest’anno.

È imperativo prendere provvedimenti ora per garantire un’offerta sufficiente di cure per coloro che sono infettati dal Covid-19 – dice il direttore generale Ciro Verdoliva della Asl. “Non era una decisione che volevamo, ma è diventata essenziale non appena hanno annunciato questo nuovo ceppo!”

Covid Napoli – Saranno in totale 50 i posti letto disponibili entro lunedì 3 gennaio all’Ospedale del Mare Loreto. 24 sono unità di terapia intensiva per pazienti ricoverati e 47 camere ordinarie con day surgery situate su questi piani, mentre altre aree offrono servizi di cura più regolari come la chirurgia o i servizi di medicina generale che sono standard in tutti gli ospedali del mondo.

Covid Napoli: Loreto Mare di nuovo centro Covid

Al fine di garantire la continuità assistenziale ai pazienti affetti da patologie che non possono essere sospese o rinviate, anche la Direzione Generale dell’ASL Napoli 1 Centro ha disposto un trasferimento temporaneo. Le unità operative di ematologia e oncologia opereranno temporaneamente al di fuori della loro sede originaria nella speranza di poter mantenere il personale necessario con adeguata esperienza nella gestione di questo tipo di interventi chirurgici senza compromettere la sicurezza del paziente non essendo completamente attrezzate come già avviene all’interno dell’ospedale Loreto Mare.
L’unità chirurgica complessa è stata chiusa dopo che sono sorte alcune complicazioni durante gli interventi chirurgici che hanno messo in pericolo delle vite, quindi tutte le attività mediche generali sono state fermate fino a quando tutto sarà tornato sotto controllo.

E’ boom di contagi a Napoli

Il governo ha riferito oggi che ci sono ora 9 802 nuovi casi di infezione in Campania. Queste infezioni sono state rilevate su 111 379 tamponi eseguiti solo ieri, il che porta il totale a 7 181!

L’unità di crisi ha seguito un totale di 11 nuove vittime, sette nelle ultime 48 ore e quattro risalenti all’inizio di questa settimana. I tassi di assunzione del dipartimento non si sono fermati a 587 (+53), che è il più grande aumento che abbiamo visto di recente; ci sono anche più persone ammesse nelle unità di terapia intensiva che mai con 37 letti aggiunti!

Covid Napoli

“La situazione sta peggiorando di minuto in minuto. Negli ultimi giorni, incredibili code sono state create fuori dall’ospedale causando paralisi e ritardi sulle strade della città rischi per la sicurezza pubblica difficoltà di accesso alla struttura medica soprattutto per le ambulanze”.

Il sindaco Figliolia ha preso una posizione proattiva per risolvere i problemi di traffico causati dalle lunghe file di auto fuori dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie. Queste azioni avranno ripercussioni sulle strade della zona, tra cui circonvallazione e Arco Felice Blvd., così come l’accesso all’ospedale JSON
La soluzione del sindaco di Pozzuoli è sia creativa che efficace: ha ordinato che tutti i veicoli, tranne i tecnici di emergenza, passino invece da un ingresso vicino alla chiesa di San Matteo!

Covid Napoli: i provvedimenti di De Luca

I vigili urbani controlleranno quelli che non hanno la prenotazione e li manderanno a casa, ma è importante capire che ci sono delle regole. Saranno riattivati domani pomeriggio con un casello nel Palazzetto dello Sport di Monterusciello che dovrebbe aiutare a decongestionare un po’ la strada della Schiana e allo stesso tempo permettere alle persone di accedere al loro test in qualsiasi momento ne abbiano bisogno se necessario per motivi di lavoro o di scuola al di fuori di queste date.

Covid Napoli. Il governatore Vincenzo De Luca ha un messaggio per i campani ed è sicuro che agiranno in modo responsabile. Questa nuova ondata di malattie contagiose viene dalla variante Omicron, quindi è importante prendere la cosa sul serio!

“In diverse occasioni, come l’obbligo delle maschere all’aperto (ora introdotto a livello nazionale ma sempre rimasto in vigore in tutta la Campania) abbiamo preso decisioni anticipando quello che sarebbe venuto dopo dal governo. Lo facciamo perché qui, nella regione più densamente popolata d’Italia – area metropolitana di Napoli compresa – non possono esserci distrazioni o sopravvalutazioni; bisogna rimanere concentrati su compiti e responsabilità”.

Ti potrebbe interessare anche: Variante Omicron: numerosi contagi negli ultimi giorni

Lascia un commento